Festival di Sanremo

Sanremo 2022 Top e Flop: le nostre pagelle

today9 Febbraio 2022 130 7 5

Sfondo
share close

Rientrati dal Festival, ripreso la vita di tutti i giorni, non potevamo certo esimerci dal dire la nostra sulle canzoni del festival.

TOP E FLOP Sanremo 2022

Mahmood e Blanco

Perfetti, toccanti. Si divertono sul palco ma con eleganza; passa inosservato il loro rendimento in discesa di serata in serata.
Restano i migliori, lo si è capito fin da subito.
Hanno tutte le carte in tavola per spaccare all’Eurovision e ripetere il successo planetario riscosso dai Maneskin l’anno scorso (ad una settimana dall’uscita il pezzo è già in top 5 globale su Spotify).
È scontato ma va detto… sono da brividi.
voto 9.9 (10 pesa troppo)

Irama: Per molti era da primo posto, ci sta.

Non raggiunge il livello dei vincitori ma si presenta (quest’anno per fortuna dal vivo) con una canzone profonda, scritta col cuore e comunque cantabile.
È in grado di trasmettere emozioni forti tramite le performance.
Non aggancia nemmeno il podio ma lo meritava, magari l’anno prossimo.
voto 9.5

Dargen D’Amico

è un po’ come Colapesce e Di Martino della scorsa edizione. Arriva a Sanremo conosciuto da pochi, molti non gli avrebbero dato una lira, ne esce come vincitore morale di molti, con una power hit che fa venire voglia di fottersene e ballare.
voto 9

Gianni Morandi

Incredibilmente fresco a 78 anni, solare ed energico.
Canzone che, pur senza un sound moderno, riesce a piacere a tutti.
Mette anche la sua manona sul premio della serata cover dopo il medley con Jovanotti, meritatissimo.
voto 9

Elisa

Non è davvero criticabile, canta con sicurezza e colpisce.
Impeccabile, il pezzo segue “Luce” come stile e mood, nelle sue corde, cucito perfettamente su di lei.
Forse però non incide come gli altri sopra.
voto 8.5

Ditonellapiaga & Donatella Rettore

Criticatissime, ma la canzone è super simpatica, ti entra in testa e ci resta.
Forse la chimica era un po’ mancante tra loro due, ma il risultato resta comunque positivo.
voto 8.5

La Rappresentante Di Lista

Veronica Lucchesi ha una bella voce e la canzone è molto catchy, piace e ti resta in mente. Dario, senza voler essere cattivi, ma sul palco potrebbe anche non salire: di solito suona mille strumenti, però a Sanremo c’è l’orchestra; quindi lui perde un po’ di senso. Questo a parte, “Ciao Ciao” è tra le hit migliori di questa 72esima edizione.
voto 8.5

Noemi

tutto bello, la sua voce, la canzone, lei e i suoi look nelle serate. Funziona bene.
Mancava un po’ di pathos.
voto 8

Matteo Romano

Nasce su TikTok, diventa “Virale” e arriva con merito a fare un’ottima figura sul palco dell’Ariston. 19 anni, una bella voce e canta col sorriso.
voto 7.5

Achille Lauro

Pezzo piacevole, molto orecchiabile, in pieno stile Lauro.
Ormai veterano di Sanremo, domina il palco, ma quest’anno leggermente più contenuto. Buono ma non eccelle, senza infamia e senza lode.
voto 7.5

La top 6 dei Flop

Ana Mena

Il pezzo, per carità, è orecchiabile, ma è un’altra tarantella spagnoleggiante che segue gli scorsi featuring con Rocco Hunt. Cocktail, amore, america latina e Zef alla produzione. Nulla di terribile, ma fuori luogo a Sanremo. Lei bella e brava, ma non è sufficiente.
Voto 5.5

Michele Bravi

Lui sembra sempre triste e risulta troppo poco impattante. Il problema principale è che anche quella tristezza non arriva, come dovrebbe, a chi ascolta.
voto 5.5

Iva Zanicchi

Lei forte, ma la canzone è troppo vecchia e poco interessante;
sul palco è protagonista anche prima di cantare, ma non lascia il segno.
voto 5.5

Giovanni Truppi

Vuole essere De André, ci si avvicina ma non lo è.
bello il testo ma non è di certo una canzone che ti ascolti con diletto quando vuoi, a meno che tu sia tuo padre, sua madre o Lucia.
Voto 5

Tananai

La canzone riascoltata in versione masterizzata suona anche bene, ma dalle ultime posizioni purtroppo per lui non lo toglie nessuno, in live era davvero inascoltabile.
Il duetto con Rosa Chemical ha forse solo peggiorato la situazione, tremendo.
Lui, però, non merita tutto l’odio, un più per simpatia.
Voto 4.5

Massimo Ranieri

Non ci permettiamo di toccare la voce, le capacità tecniche e la lodevole e storica carriera, ma sembra sia sul palco solo perché dovevano esserci più cantanti anziani per bilanciare l’età media. Tutto troppo antico per un festival che quest’anno è stato più giovane che mai.
Voto 4.5

Scritto da: Francesco Mancuso

Rate it

Articolo precedente

Disney+

Le prime immagini della serie originale italiana Le fate ignoranti

Le prime immagini della serie originale italiana e un estratto del brano di Mina svelati in esclusiva durante la seconda serata della 72° edizione del Festival di Sanremo Ecco le prime immagini de Le Fate Ignoranti la nuova serie originale italiana del cineasta Ferzan Ozpetek, svelate durante la seconda serata della 72° edizione del Festival di Sanremo. Il romantic drama tratto dall’omonimo film campione d’incassi e fenomeno culturale sarà disponibile […]

today8 Febbraio 2022 40 1

Commenti post (0)

Rispondi


0%